uruknet.info
  اوروكنت.إنفو
     
    informazione dal medio oriente
    information from middle east
    المعلومات من الشرق الأوسط

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 02/02/2015 03:56 ] 10659


english italiano

  [ Subscribe our newsletter!   -   Iscriviti alla nostra newsletter! ]  




[10659]



Uruknet on Alexa


End Gaza Siege
End Gaza Siege

>

:: Segnala Uruknet agli amici. Clicka qui.
:: Invite your friends to Uruknet. Click here.




:: Segnalaci un articolo
:: Tell us of an article






“Israele rivendica luoghi sacri situati nella West Bank.”

Ma'an News

22ibrahimimosqueab.jpg

22 febbraio 2010

Bethlehem – Ma’an – Il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha annunciato, domenica, che Israele ha aggiunto due luoghi sacri siti nella West Bank occupata ad una lista dei luoghi facenti parte del patrimonio nazionale.

                                                        ibrahimimosqueab

Entro il suo "Piano per il Ricupero e il Rafforzamento delle Infrastrutture del Patrimonio Nazionale di Israele", l’aggiornamento riguarda la Moschea di Ibrahim a Hebron, nota agli israeliani come la Grotta dei Patriarchi, e la Tomba di Rachele a Bethlehem. 

Una lista già pronta comprende 150 luoghi in Israele, ma è fuori dal comune la manovra per aggiornarla con l’aggiunta dei due siti collocati nelle città della West Bank di Hebron e di Bethlehem, come luoghi del patrimonio israeliano, in quanto nessuno dei due si trova in Israele. 

I progetti di restauro sono calcolati sfiorare il costo di 400 milioni di NIS israeliani ( approssimativamente 110 milioni di dollari USA). 

" Un atto di aggressione contro i Diritti culturali e religiosi." 

Funzionari dell’Autorità Palestinese hanno condannato immediatamente l’iniziativa. 

"Questo avviso è un atto di aggressione contro i Diritti culturali e religiosi del popolo palestinese," ha affermato, durante un’intervista telefonica,  il dr. Hamdan Taha, direttore del Dipartimento delle Antichità del Ministero del Turismo dell’Autorita Palestinese. 

"Invece di far uso del patrimonio per promuovere la pace, esso sta venendo utilizzato come uno strumento per favorire la guerra," ha  affermato Taha, sostenendo che il momento scelto per tali propositi potrebbe non essere scontato. "Questo è programmato espressamente per ostacolare il processo di pace." 

Osservando inoltre che i luoghi  in questione sono sacri per molte religioni, Taha ha insistito sul fatto che il piano di Netanyahu di designarli quali luoghi facenti parte del patrimonio israeliano "riflette una storiografia artificiale che è utile unicamente alla politica coloniale di Israele." 

Egli ha concluso dicendo che "Un sacrario religioso rispettato dai musulmani, dai cristiani e dagli ebrei dovrebbe essere onorato come un simbolo culturale e religioso, non come un’opportunità per ostruire i tentativi internazionali di pervenire ad un accordo di pace. 

Ad Hebron, funzionari locali, nel frattempo, hanno maledetto Netanyahu a proposito della sua decisione. 

Fatah ha dichiarato uno sciopero generale per lunedì, mentre il sindaco di Hebron, Khaled Al-Eseili, ha sollecitato l’UNESCO ad intervenire rapidamente "Per proteggere la Moschea di Ibrahim, impedire la sua profanazione, e darsi da fare contro ogni alterazione delle sue linee architettoniche." 

Il Diritto Internazionale, comprese le Convenzioni dell’Aja, obbligano gli occupanti a non modificare il patrimonio storico dell’occupato, ha dichiarato Fatah. 

                                                           rachelstombab

Al-Eseili ha diffuso  l’annuncio indicativo secondo il quale Netanyahu è "ossessionato dal volere ostacolare 

il processo di pace, spingendo in tal modo la regione verso una deflagrazione. " Egli ha detto che il Primo Ministro "continua ad imporre la realtà con la forza." 

Il sindaco ha affermato anche che Netanyahu "si rende conto molto bene che questa moschea è tenuta in grande considerazione da ogni cittadino arabo e musulmano," perciò azioni messe in atto contro di lei rappresentano " una manifestazione di disumanità." Egli ha detto anche che, secondo ogni criterio, il passo comporta una limitazione della libertà di culto. 

Il partito israeliano di sinistra Meretz ha stroncato la decisione. 

"Questo è un altro tentativo di rendere confusa la posizione dei confini tra lo stato di Israele e i Territori Occupati," ha dichiarato Chaim Oron, presidente del partito Meretz, al quotidiano in lingua ebraica Yedioth Ahronoth. 

"Tutto ciò che necessita è una piccola pressione dalla destra, e Netanyahu fa come gli altri. Questa decisione pone il discorso di Netanyahu  a  Bar-Ilan, riguardante due stati per due popoli, in una luce assurda," Ha aggiunto Oron, secondo il giornale. 

L’esistenza di Israele è ancorata ad una "eredità nazionale ed emozionale" 

I due siti palestinesi sono stati aggiunti a seguito della pressione esercitata dall’estrema destra di Israele. Secondo l’agenzia informativa Arutz Sheva gestita dai coloni, una richiesta per l’inserimento nella lista della Tomba di Giuseppe a Nablus è stata sottoscritta da oltre 1000 persone, e fra di esse anche da membri della Knesset. 

Nella seduta del Consiglio di Governo di domenica Netanyahu ha difeso il piano in questione. 

"La nostra esistenza qui nel nostro paese dipende non solo dalla forza dell’IDF e dal nostro potere economico e tecnologico. Esso è ancorato innanzitutto alla nostra eredità nazionale ed emozionale, che noi instilliamo nella nostra gioventù  e nelle generazioni a venire," ha dichiarato Netanyahu. 

Essa dipende dagli eroi culturali e dai simboli nazionali. Dipende dalla nostra capacità di riconoscere e di spiegare la validità della nostra causa e di evidenziare i nostri legami con la terra, a noi stessi, innanzitutto, come pure agli altri," ha aggiunto il Primo Ministro. 

Il comunicato di domenica segue l’approvazione della scorsa settimana di un piano per costruire due "percorsi" nel patrimonio di siti archeologici che si snodano tra Israele e la West Bank. 

Una strada, che inizia nei pressi del complesso della Moschea Al-Aqsa nella Gerusalemme occupata, è un "percorso dell’esperienza israeliana che congiunge i principali siti che sono connessi alla storia del ritorno di un popolo alla sua terra", Ha annunciato Netanyahu domenica.

 

(tradotto da mariano mingarelli)

Articolo originale:
http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=263146






:: Article nr. s10659 sent on 02-mar-2010 10:46 ECT

www.uruknet.info?p=s10659

Link: www.amiciziaitalo-palestinese.org/index.php?option=com_content&view=article&id=1
   809:israele-rivendica-luoghi-sacri-nella-west-bank&catid=25:dalla
   -palestina&Itemid=75




:: The views expressed in this article are the sole responsibility of the author and do not necessarily reflect those of this website.

The section for the comments of our readers has been closed, because of many out-of-topics.
Now you can post your own comments into our Facebook page: www.facebook.com/uruknet




Warning: include(./share/share2.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385

Warning: include(): Failed opening './share/share2.php' for inclusion (include_path='.:/usr/local/php5_4/lib/php') in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385



       
[ Printable version ] | [ Send it to a friend ]


[ Contatto/Contact ] | [ Home Page ] | [Tutte le notizie/All news ]







Uruknet on Twitter




:: RSS updated to 2.0

:: English
:: Italiano



:: Uruknet for your mobile phone:
www.uruknet.mobi


Uruknet on Facebook






:: Motore di ricerca / Search Engine


uruknet
the web



:: Immagini / Pictures


Initial
Middle




The newsletter archive




L'Impero si è fermato a Bahgdad, by Valeria Poletti


Modulo per ordini




subscribe

:: Newsletter

:: Comments


Haq Agency
Haq Agency - English

Haq Agency - Arabic


AMSI
AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - English

AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - Arabic




Font size
Carattere
1 2 3





:: All events








     

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 02/02/2015 03:56 ]




Uruknet receives daily many hacking attempts. To prevent this, we have 10 websites on 6 servers in different places. So, if the website is slow or it does not answer, you can recall one of the other web sites: www.uruknet.info www.uruknet.de www.uruknet.biz www.uruknet.org.uk www.uruknet.com www.uruknet.org - www.uruknet.it www.uruknet.eu www.uruknet.net www.uruknet.web.at.it




:: This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a 'fair use' of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more info go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond 'fair use', you must obtain permission from the copyright owner.
::  We always mention the author and link the original site and page of every article.
uruknet, uruklink, iraq, uruqlink, iraq, irak, irakeno, iraqui, uruk, uruqlink, saddam hussein, baghdad, mesopotamia, babilonia, uday, qusay, udai, qusai,hussein, feddayn, fedayn saddam, mujaheddin, mojahidin, tarek aziz, chalabi, iraqui, baath, ba'ht, Aljazira, aljazeera, Iraq, Saddam Hussein, Palestina, Sharon, Israele, Nasser, ahram, hayat, sharq awsat, iraqwar,irakwar All pictures

url originale



 

I nostri partner - Our Partners:


TEV S.r.l.

TEV S.r.l.: hosting

www.tev.it

Progetto Niz

niz: news management

www.niz.it

Digitbrand

digitbrand: ".it" domains

www.digitbrand.com

Worlwide Mirror Web-Sites:
www.uruknet.info (Main)
www.uruknet.com
www.uruknet.net
www.uruknet.org
www.uruknet.us (USA)
www.uruknet.su (Soviet Union)
www.uruknet.ru (Russia)
www.uruknet.it (Association)
www.uruknet.web.at.it
www.uruknet.biz
www.uruknet.mobi (For Mobile Phones)
www.uruknet.org.uk (UK)
www.uruknet.de (Germany)
www.uruknet.ir (Iran)
www.uruknet.eu (Europe)
wap.uruknet.info (For Mobile Phones)
rss.uruknet.info (For Rss Feeds)
www.uruknet.tel

Vat Number: IT-97475000150